Just another WordPress.com site

Articoli con tag “giugno

Concerto Andrey Yaroshinsky. Concerti nel chiostro

CONCERTI NEL CHIOSTRO .

30 GIUGNO ORE 20.30.

CONCERTO PIANOFORTE ANDREY YAROSHINSKY. Vincitore del concorso Internazionale di Pianoforte Iturbi di Valencia 2010. Conservatorio Tchaikovsky di Mosca. Suonerà composizioni di Bach, Mozart, Listz e  Albéniz.

Scarica il programma:  conciertos en el claustro 2011 programa

ANDREY YAROSHINSKI

Nato nel 1986. Nel 2009 finisce la sua formazione presso il Conservatorio di Mosca, e raggiunge la valutazione più alta possibile delle lezioni del maestro Vera Gornostaeva. Nell’attualità sostiene lezioni dal maestro Joaquin Soriano. Ha vinto numerosi premi e concorsi di pianoforte: Giovani pianisti di Atenes (Grecia,1996), C.Czerny (Praga ,Repubblica Ceca,1999), E.Gilels (Ucrania ,2001), A.Rubinstein (Bydgosz,Polonia,2002), vincitore di premi speciali in merito alla sua interpretazione di composizioni di F.Chopin e C.Czerny.

Ha celebrato concerti in Russia, Ucrania, Polonia, Repubblica Ceca, Slovakia, Spagna, Francia, Italia, Grecia, Finlandia, Germania, Austria , Inghilterra e Stati Uniti. Ha lavorato con varie orchestre di notevole importanza: Fisarmonica Nazionale dell’Ucrania, Orchestra fisarmonica de Varsovia,  Orchestra Sinfonica di Valencia , Real Fisarmonica di Galizia, Orchestra del conservatorio di Mosca, ecc. Ha participato in numerosi festival internazionali come ad esempio: Chopin festival a Wroclaw (Polonia), Rachmaninov festival a Kharkov(Ucrania), Papaioannou festival a  Cavala(Grecia), Salzburg International music festival a Salizburgo (Austria), “Bratislavske Hudobnie Slavnosti” (Slovakia). Ha vinto borse di studio della Rostropovich foundation,  D.Schostakovich foundation e della Presidenza ddella  Russia.

Prima del Concerto alle ore 18.30: Proiezione di “Etjudys” dell’attrice Maruchi León, che avrà luogo presso la Real Accademia de España il giovedi 30 giugno.


Proiezione: La ciudad de los signos un film di Samuel Alarcon

PROIEZIONE. 13 GIUGNO. ORE 21.

V.O. sottotitoli in inglese. Ingresso Libero fino esaurimento posti.

LA CIUDAD DE LOS SIGNOS un film di Samuel Alarcon.

Nel marzo di 1980. César Alarcón viaggia a Pompei per realizzare un ambizioso progetto: indagare e registrare le “psicofonie”,  provenienti dalla grande eruzione del Vesubio che aveva distrutto la città. dopo aver ascoltato delle registrazioni, Cesar  si accorge che non ci sono suoni dell’anno 79 d.c. Invece in una delle cassette era registrata un frammento di una conversazione molto più recente che lui aveva sentito prima da qualche parte…

PROGRAMMA

13 GIUGNO Ore 21.

LA CIUDAD DE LOS SIGNOS I Anno 2009 I

 PRESENTAZIONE FILM.

Samuel Alarcon (regista) e Javier Cardenete (fotografia)

 PROIEZIONE FILM

A SEGUIRE: INCONTRO CON IL REGISTA.

 Per saperne di più: www.laciudaddelossignos.blogspot.com


Concerto Chants paralleles

CONCERTI NEL CHIOSTRO.

10 giugno. ore 20.30

Con Il terzo concerto nel chiostro della Real Academia de España si continua con la stagione di concerti di musica contemporanea proposta da  Aurelio Edler Copes e Iñaki Estrada.

Con il titolo “Dialoghi: La voce istrumentalizata”, Il repertorio  in questa occasione e rivvolto alla voce come protagonista della programmazione, come dimostrano i brani scelti per questo concerto di compositori come sono: John Cage, Georges Aperghis, Aurelio Edler-Copes, Vinko Glokobar o Marc Sabat (borsista di composizione di Villa Medici).

Scarica il programma di concerti nel chisotro: conciertos en el claustro 2011 programa

Il Gruppo.

Chants parallèles è un collettivo artistico formato tra la Francia e la Svizzera con musicisti specializzatti nel teatro musicale contemporaneo. il gruppo lavora sulla nuova creazione e l’interpretazione su uno elenco di compositori essenziali di questo genero come ad esempio: Cage, Aperghis, Globokar o Cagel. 


L’arte dell’ospitalità IV. Antoni Muntadas e Giulio Squillacciotti al Gianicolo.

Salone dei Ritratti dal 7 giugno fino il 28 giugno. Visita Real Academia de España su prenotazione: tel. 06 5812806

PROGRAMMA del 7 giugno 2011 

Scarica qui: Programma Dialogo

AMERICAN ACADEMY IN ROME – via Angelo Masina, 5 (tel. 06 58461)

18.00 Lecture Room – conferenza di Antoni Muntadas

19.00 Criptoportico – installazione video About Academia (Muntadas)

ACCADEMIA REALE DI SPAGNA – Piazza S. Pietro in Montorio, 3 (tel. 06 5812806)

20.30 Salone dei ritratti – Cassetti aperti, intervento di Muntadas e proiezione del film Casi la mitad de la historia di Squillacciotti

21.30 Ricevimento congiunto nei giardini dell’Accademia Reale di Spagna

La Real Academia de España en Roma e l’American Academy in Rome sono liete di presentare la mostra Dialogo: Due progetti di Antoni Muntadas e Giulio Squillacciotti, a cura di Maria Rosa Sossai e Avelino Sala che sarà inaugurata in entrambe le istituzioni il 7 giugno e avrà inizio alle 18 con la lecture di Antoni Muntadas presso l’American Academy in Rome. Seguirà la presentazione dell’ultimo lavoro video di Muntadas, dal titolo About Academia. Il pubblico sarà quindi invitato a spostarsi nella vicina Accademia Reale di Spagna per vedere Cassetti aperti, un intervento di Antoni Muntadas e Casi la mitad de la historia, film di Giulio Squillacciotti, proiettato all’interno degli spazi dell’Accademia. Le due mostre rimarranno aperte al pubblico sino al 28 giugno.

Enrique Panés, direttore, Real Academia de España en Roma ha commentato: «La RAER e l’AAR non avrebbero potuto avere miglior occasione per presentare insieme un progetto di alto livello culturale e artistico quale quello offertoci da Antoni Muntadas. Trattandosi di un artista di grande prestigio internazionale, con una lunga carriera come docente in una delle più famose università degli Stati Uniti e del mondo, di nazionalità spagnola e statunitense e, con solidi vincoli professionali anche in Italia, Antoni Muntadas rappresenta un paradigma di interrelazioni del quale le nostre due Accademie hanno efficacemente approfittato. Per la RAER accogliere, inoltre, il lavoro di Giulio Squillacciotti, fondato sulla sua personale esperienza di collaborazione con Muntadas è un buon modo per chiudere un programma di attività che era partito dall’idea dell’ospitalità, proposta dalla curatrice Maria Rosa Sossai e dal nostro ex borsista Avelino Sala. La partecipazione del pubblico romano farà in modo che la breve distanza che separa le nostre Accademie nel Gianicolo evidenzi il solido ponte culturale che abbiamo costruito con il progetto Muntadas-Squillacciotti».

Christopher S. Celenza, direttore dell’American Academy in Rome, ha commentato: «All’American Academy in Rome siamo lieti di collaborare con i nostri amici e vicini di casa qui sul Gianicolo della Real Academia de España en Roma. Ammiriamo il loro impegno in vari ambiti culturali che, come avviene anche per noi, aspira ad abbracciare discipline diverse e a riflettere differenti prospettive sul mondo nel quale viviamo. La visita a Roma di Muntadas apre un orizzonte culturale nel quale lo sforzo artistico si interseca con l’ambiente accademico. In questo senso, si tratta di un soggetto perfetto per un progetto congiunto, che ci auguriamo possa essere seguito in futuro da altre occasioni per lavorare insieme».

Concepita lungo l’asse dell’interazione esistente tra i due artisti legati da un rapporto professionale, Dialogo dichiara la volontà di creare un ponte tra generazioni diverse e il loro dialogo riguarda i temi del sapere accademico e della conoscenza mediata dalla storia, così come la possibilità di aprire dei canali di comunicazione tra ambiti dell’esperienza artistica apparentemente distanti tra loro.

Cassetti aperti, l’intervento di Antoni Muntadas nel Salone dei ritratti della Real Academia de España, si interroga su concetti come l’accesso, la chiusura, la curiosità, la segretezza, la trasparenza; mette in circolo un’informazione che porta alla trasformazione e alla definizione di uno spazio privato che grazie all’intervento dell’artista, diventa pubblico. Il gesto di aprire cassetti e sportelli è un esercizio di libertà, un allenamento ad accogliere un’esperienza nella sua semplicità ma anche una potente metafora del processo creativo.

 Casi la mitad de la historia di Giulio Squillacciotti filma gli spazi della Real Academia de España, lungo un itinerario descritto da un visitatore attento. Dal racconto sotto traccia emerge un luogo senza tempo che serba la memoria del passato. La biblioteca, i libri, il sapere incarnano così la sintesi di un metodo che si custodisce e si trasmette, un luogo di preservazione tramandato di generazione in generazione. Il bibliotecario, così come l’artista, applica un criterio di analisi ai contesti e cerca di educare a questo metodo le generazioni più giovani. Il patto di preservazione del metodo/libro diventa il leitmotiv del film.

Dialogo è la parte finale del progetto L’arte dell’ospitalità, a cura di Maria Rosa Sossai e Avelino Sala, ispirato nel suo complesso al testo sull’ospitalità di Jacques Derrida il quale considera l’accoglienza come un dono offerto senza alcuna controparte o principio di reciprocità, mentre lo status di ospite nella doppia accezione di chi ospita e di chi è ospitato – ricorda il filosofo francese – pone tutti nella condizione di sperimentare l’alterità.

About Academia di Antoni Muntadas affronta le complesse relazioni tra la produzione della conoscenza e il potere. Per tre anni, l’artista insieme al suo gruppo di collaboratori ha esplorato la storia dell’accademia come istituzione, dai suoi inizi sino alle ultime sfide e ha successivamente intervistato membri della facoltà di Harvard, del M.I.T. e di altre prestigiose università americane. Tra i partecipanti ricordiamo Ute Meta Bauer, Carol Becker, Noam Chomsky, John Coatsworth, Thomas Cummins, Bradley Epps, David Harvey, Doris Sommer, Mark Wigley e Howard Zinn. Installata nel criptoportico dell’American Academy la proiezione video a tre canali permette allo spettatore di confrontarsi con alcune delle più urgenti questioni che riguardano una supposta obiettività del sapere accademico, sottolineando l’aziendalizzazione delle università e delle istituzioni di istruzione superiore negli Stati Uniti. About Academia è stata precedentemente installata al Carpenter Center for Visual Arts dell’Università di Harvard a cura di Jose Falconi. La presentazione all’American Academy in Rome è la prima in Europa.

Real Academia de España en Roma.

Piazza San Pietro in Montorio 3.

Ingresso libero fino esaurimento posti

www.raer.it


CONCERTI NEL CHIOSTRO 2011. Ciclo di concerti dell’Accademia Reale di Spagna

 CONCIERTOS EN EL CLAUSTRO. CICLO DE MUSICA REAL ACADEMIA DE ESPAÑA  EN ROMA.

Un’altro anno ancora, l’Accademia si prepara a presentare al pubblico un interessante ciclo di concerti nel chiostro del XVI secolo, decorato con gli affreschi del Pomarancio sulla vita di San Francesco. Lo spazio è bello e la sonorità eccellente. Questo anno, una parte importante dei concerti sarà dedicata alla musica contemporanea (il concerto di Jazz di giovedì prossimo appartiene senz’altro a questo capitolo), rendendo in questo modo omaggio agli importanti compositori che sono stati i nostri borsisti. I concerti dei giorni 1, 10, 16 e 25 sono stati organizzati con la generosa collaborazione dei compositori Iñaki Estrada (borsista di composizione musicale 2008-2009) e Aurelio Edler (che finirà presto il suo lavoro di composizione). Direttore dell’Accademia Reale di Spagna. D. Enrique Panes

Tutti i concerti sono a ingresso libero nel chiostro dell’Accademia.

Tutti i concerti iniziano alle ore 20.30.

CICLO MUSICA NEL CHIOSTRO 2011.

CHIOSTRO ACCADEMIA REALE DI SPAGNA.  Alle ore 20.30.

Scarica il programma Musica nel chiostro: conciertos en el claustro 2011 programa

 PRIMO CONCERTO:

26 MAGGIO 2011. ore 20.30

TRIO CHAKATAGA JAZZ

CHAKATAGA TRIO

 

 Jean Jack Tarradellas Escoude. Percussione e voce.

Nato a barcellona nel 1984. Suona diversi istrumenti ed e voce di Moncho (gitano del bolero) durante il suo giro di concerti in Latinoamerica nel 2006. Ha lavorato con Sicus,Som la Rumba,Chipen,Patriarcas,Chipimaya, Albert Pla (per l’album di 1992 “No solo de rumba vive el hombre”. Nell’attualità suona la precussione di Rumba Vella, Rumbamazigha e Achilifunk Band

Miguel Serna. Basso

1983, Vitoria (Alava)

Inizia suoi studi di musica presso il Conservatorio di Alicante, nel cui studia chitarra classica. Fa parte di diversi progetti come: Chakataga, Amanda Jayne, Marc Mena Quartet, Dácil Sexy Sextet, Dodó, Nou Nonet Nonitz e coordinatore della big band “Big Banana Reunion”. Anche ha lavorato come musico di studio per alcune case discografiche come Whatabout Music, dove lavora con musicisti come Melou, Leslie Herpbert, Dave Bianchi o Sam de Siena. Ha registrato pure il disco di Gabriel Amargant con Fresh Sound.

Iván Santaeularia. Pianoforte

 1975, Terrasa (Barcellona). Vincitore del primo premio di Jazz di Fuenlabrada nel 2008. Lavora con il giro dei concerti 2007/2008 di Santiago Auserón e la Orquestra taller de musics in spagna. Nell 2007-2008 insieme a Cris Juanico e la OJO registr 2 dischi per l’omaggio a Tete Montoliu presso il Palazzo della Musica di Barcellona.

Nel 2010 lavora insieme a Peret come pianista per i suoi concerti.

Real Academia de España en Roma.

Piazza San Pietro in Montorio 3.

Ingresso libero fino esaurimento posti

http://www.raer.it

http://accademiaspagnaroma.wordpress.com


Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 217 follower