Just another WordPress.com site

Articoli con tag “segarra

A ROMA DA ROMA. Il Viaggio di Studio degli Architetti:1900-1950

GIOVEDI  13 gennaio – VENERDI 14 gennaio. CONVEGNO INTERNAZIONALE ARCHITETTURA

APERTURA LAVORI 13 GENNAIO / ORE 15.30 / SALA CONFERENZE ACCADEMIA DI SPAGNA

Piazza San Pietro in Montorio, 3

Questo slideshow richiede JavaScript.

Seguendo la tradizione del “Grand Tour”, Roma continua ad essere la destinazione preferita per lo Studio e la ricerca degli architetti più  importanti delle diverse scuole d’Architettura europee. Roma era il posto in cui imparare il linguaggio classico; dove poter ricercare sui metodi di conservazione e dove poter conoscere la nuova architettura che si sviluppava in Italia in quel momento.  

Inoltre, è durante la prima metà del XX secolo, il momento, in cui si stabiliscono definitivamente a Roma le Accademie di Belle Arti d’un importante numero di Paesi europei, in conseguenza, la città diventerà un punto d’incontro delle varie tendenze architettoniche.

Perciò, Roma è, ponte e lezione verso l’Europa e l’America per i giovani architetti che residono nella città, e attrazione e punto di riferimento per quelli che la visitano.  

Sono queste le premesse a dibattere in questo incontro, attraverso l’approfondimento di ciò che significava Roma per lo Studio e lo sviluppo dell’architettura del XX secolo. Ulteriormente, si pretende fare l’analisi del viaggio di Studio d’altri architetti come ad esempio: Le Corbusier oppure Louis Kahn,  molto colpiti da questa esperienza nel suo modo di concepire e costruire l’architettura.

Programma:

CURRICULUM VITAE PARTECIPANTI:

CESARE DE SETA: insegna al Istituto Italiano di Scienze Umane di Firenze. Tra le sue opere, tradotte in diverse lingue: Architettura e città barocca (con A. Blunt, Guida, Napoli 1985); La città e le mura (con J. Le Goff, Laterza, Bari 1989); Napoli fra Rinascimento e Illuminismo (Electa, Milano 1990); L’Italia del Grand Tour. Da Montaigne a Goethe (Electa, Milano 1995); Le città europee dal XV al XX secolo (Rizzoli, Milano 1996); L’architettura della modernità tra crisi e rinascite (Bollati-Boringhieri, Torino 2002); Napoli tra Barocco e Neoclassico (Electa, Milano 2002) e Viale Belle Arti. Maestri e amici (Bompiani, Milano 2006).

JESUS APARICIO: Jesús Mª Aparicio Guisado (1960) Architetto. Borsista presso L’Accademia Reale di Spagna a Roma e vincitore della borsa Fulbright/ M.E.C. ,Professore titolare di Progetti architettonici presso la Scuola Tecnica Superiore di Architettura di Madrid. Sua vita professionale si svolge in tre versi architettonici: Progetti e costruzione, investigazione e docenza.

JOSE ANTONIO RAMOS ABENGÓZAR: Architetto ETSAM. 1994. Professore Titolare di Progetti Arquitettonici da 2009 presso Universidad Politécnica de Madrid. Premiato in varie occasioni possiamo accennare: Premio di Architettura Colegio Oficial de Arquitectos de Madrid. 1992, Primo Premio Concorso per la Sede Sociale di Santa Lucía S.A. 1999, Primo Premio Concorso Repsol. 2000, Primo Premio d’Architettura in Pietra. 2004, Premio Antologico d’Architettura Contemporanea a Castilla la Mancha, 2007,  Primo Premio Wallpaper 2009, Menzione speciale premio internazionale stazione marittima di Siracusa 2009.

LUIS MORENO MANSILLA: Dottore Architetto  E.T.S.A.M. Borsista presso l’Accademia Reale di Spagna (1983-1984), Ricercatore nel  1985 presso ArkitekturMuseet a Stoccolma . Sua tesi dottorale “Apuntes de viaje al interior del tiempo” (premio speciale dell’Universidad Politécnica de Madrid) c’è stata pubblicata per  Caja de Arquitectos. Professore titolare  E.T.S.A.M. , professore Invitato presso  EPFL (Lausanne, Svizzera), Harvard (Stati Uniti) , Princeton (Stati Uniti)e altre . Nel 1992 fondatore con Emilio Tuñón dello studio Mansilla+Tuñón, vincitore del  Premio Nazionale d’Architettura e il  Premio dell’ Unione Europea Mies van der Rohe Award.

PAOLO MARCONI. Pofessore Emerito di restauro dei Monumenti presso la facoltà di Architettura dell’Università Roma Tre. Laureato in Architettura nel 1958. Ha lavorato come professore in diverse Università italiane. Membro dell’Academia Nacional de Ciencias di Buenos Aires dal 1972, Accademico benemerito dell’Accademia di San Luca dal 1973, Medaille d’Argent de la Restauration de l’Academie d’Architecture di Parigi dal 1991. Tra i recenti Concorsi di progettazione di Restauro, ha vinto come Capogruppo: a Roma, il palazzo comunale di Sant’Ambrogio della Massima in Piazza Lovatelli, a Genazzano: il Castello Colonna. il Concorso di progettazione del Restauro della Basilica di Palladio a Vicenza; il Concorso di Progettazione del Restauro del Castello di Sant’Elmo a Napoli. Autore numerosi pubblicazioni sul restauro architettonico.

MAYA SEGARRA. Nata a Città del Messico. Laureata presso La Salle di Città del Messico. Vince la borsa di studio del Governo Italiano per Architectural Conservation Course ARC ’85 e Conservation Préventive dans les Musées ’85 nel ICCROM a Roma. Dal 2008 ricercatrice e professoressa di restauro di monumenti presso L’Università Roma 3. Membro di AICA, ICOMOS Messico, Associazione Nazionale Centri Storici Artistici, Comitato Scientifico dell’Associazione per il Recupero del Costruito e socia fondatrice di Do.Co.Mo.Mo Italia. Membro rappresentante del Messico presso International Scientific Committee on the Analysis and Restoration of Structures of Architectura Heritage del ICOMOS. Ha pubblicato numerosi saggi su architettura e restauro tra cui: Il Tevere e Roma. Storia di una simbiosi, (Gangemi, Roma 2004).

ANTONELLO ALICI: Architetto, PhD, ricercatore di Storia dell’Architettura presso l’Università Politecnica delle Marche di Ancona, insegna Storia dell’architettura contemporanea. I suoi ambiti prevalenti di ricerca sono l’architettura e la città tra Ottocento e Novecento nei paesi scandinavi e baltici, l’architettura e la città adriatica e l’architettura italiana tra le due guerre. Ha svolto numerosi periodi di studio e ricerca in Finlandia, presso il Museo dell’ Architettura finlandese e la Facoltà di Architettura di Helsinki, con la quale ha promosso fin dal 1990 seminari e laboratori sull’architettura e la città storica tra Baltico e Mediterraneo. Ha pubblicato diversi saggi il più recente dal titolo “From Pagano to Rogers. Continuità in Italian Architecture between 1930’s and 1950’s”, in T.Simons (ed.), Quo Vadis Architectura? Architectural Tendencies in the late 1930s, 1940s, and the early 1950s, The Nils Erik Wickberg Lectures 2005, Helsinki University of Technology, Department of Architecture, 2008. Nel 2010 ha pubblicato Contemporary architecture. Finland per la casa editrice 24 Ore Cultura.

JUAN CALATRAVA: Dottore in Storia dell’Arte e laureato in Scienze Giuridiche presso L’Unviersità di Granada. Professore Titolare di Storia dell’Architettura presso ETS dell’Università di Granada e direttore di questa scuola fino maggio 2010. Docenza in diversi studi di Master e Lauree in Spagna, Francia e Italia. Ricercatore e gestore di Progetti a Roma, Paris e Montreal. Ha pubblicato 9 libri e oltre 60 articoli e altri lavori scientifici come ad esempio: Piranesi : escritos sobre arquitectura y arqueología (1998), La teoría de la arquitectura y de las bellas artes en la Encyclopédie de Diderot y D’Alembert (1992), Jean-Jacques Rousseau et l’architecture (2003), Doblando el ángulo recto: siete ensayos sobre Le Corbusier (2009), Arquitectura y cultura contemporánea (2010), ecc. Commisario in diverse mostre a Madrid e Buenos Aires: Le Corbusier y la síntesis de las artes: El Poema del Ángulo Recto, Le Corbusier-Heidi Weber.

IÑAQUI CARNICERO

MARIA DÍEZ IBARGOITIA.

 


Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 216 follower