Just another WordPress.com site

Articoli con tag “video

Mostra-istallazione. Gitanos de Papel

 
Mostra-Istallazione. Gitanos de Papel di Rogelio López Cuenca ed Elo Vega.
Dal 26 Febbraio al 11 Marzo. Mostra nel chiostro dell’Accademia di Spagna.
Proiezione video e presentazione catalogo.

INAUGURAZIONE. SABATO 26 FEBBRAIO ORE 17

 

 

 

  
 
 

A Cura di Viviana Luccisano Dentro del programma  PLAY GIOCHI DI RUOLO. Progetto in collaborazione con l’istituto Europeo di Design Roma. PLAY-Giochi di ruolo ha lavorato per generare spunti di riflessione sul rapporto dell’io con l’alterità, sull’esistenza di spazi mutevoli, per cercare di dimostrare che la differenza non deve esser intesa come un limite invalicabile, ma come un momento in cui avviene un attraversamento. In PLAY-GIOCHI DI RUOLO gli allievi curatori hanno selezionato 16 opere video che sarranno proiettate nella hall del MACRO-Museo d’Arte Contemporanea Roma, nella sua sede di Via Nizza. L’evento prevede poi diverse sedi espositive sul territorio romano: il Museo Pietro Canonica, all’interno del quale verrà ospitata una colletiva di artisti internazionali; diversi Istituti di Cultura e Ambasciate straniere presenti sul territorio, all’interno delle quali artisti delle diverse nazionalità sono stati invitati a sviluppare un proprio lavoro (Museo delle Mura, Ambasciata del Brasile, Real Academia de España en Roma, Accademia di Romania) e la Galleria Extraspazio che svolge da tempo un programma espositivo con artisti dell’area africana. La scelta di operare all’interno degli istituti di cultura stranieri di Roma è in linea con il tema della mostraevneto. Gli istituti in questione, infatti, sono una realtà prestigiosa della città di Roma, grazie alla loro molteplici attività volte a tentare un avvicinamento tra culture differenti.
 

GITANOS DE PAPEL.

 
 
 

 “Come è possibile che gli zingari, parte essenziale dell’ Europa( 8-10 milioni di persone,
costituiscono la principale minoria etnica del continente, la loro musica e la loro cultura hanno impregnato paesi interi ) ancora causino disgusto e paura?”
                                                                                                                                                                           Joan M.Oleaque

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Rogelio López Cuenca (Nerja, 1959)

 

Fondatore negli anni 80, del gruppo di artisti attivisti “Agustín Parejo School”, noto per il suo lavoro di critica dello quotidiano, sua opera e sin da suoi origini  segnata di un forte carattere politico, nel cui s’istalla attraverso il sottile e agevole uso del linguaggio e il possesso d’immagini quotidiane o dei media, costruendo una critica dell’ambiente, che mai dimentica sua ironia e poetica.

Perciò suo lavoro, avvinando elementi e procedimenti pressi sia della letteratura  sia delle arte plastiche e la pubblicità, significa l’utilizzo delle tecniche che vanno dalla pittura, poesia, video fino agli interventi sui spazi pubblici.

Dal 1988 ha lavorato in mostre presentate in gallerie e musei della Spagna, Portogallo, Svezia, Francia, Italia, Germania,Regno Unito, l’Irlanda, Russia, Olanda, Belgio, Grecia, Austria, Cipro, Svizzera, Sudafrica, Messico, Colombia, Venezuela, Brasile, Canada, Cuba, e gli Stati Uniti.

Alcune opere sue appartengono a collezioni pubbliche e private come: L’istituto Valenciano di Arte Moderno, Centro Andaluz de Arte Contemporáneo, Museo Nacional – Centro de Arte Reina Sofía, Biblioteca Nacional de España, Museo de Arte Contemporáneo de Barcelona, Museo Nacional de Cuba, Colection Fonds Nationals d’Art Contemporain, Colección Fundación La Caixa, Colección Banco de España, ecc.

Dal 1991realizza interventi in spazi pubblici in città di tutto il mondo:  Porto, Rotterdam, Copenhagen, Upsala, Messico, Lima, Houston, Barcellona, Madrid, Basel, Salonica, Nicosia, Siviglia o Roma…

Ha  fatto corsi e conferenze come realtore e rivvolto ai diversi scuole delle faccoltà di Belle Arti delle università tra cui: Barcellona, Bogotá, Girona, Siviglia, Cuenca, Valenzia, Roma-Sapienza, País Vasco e South Florida; nel Centro Andaluz de Arte Contemporáneo, il Centro de Cultura Contemporánea di Barcellona, la Quinzena d’Art de Montesquiu, Arteleku, Instituto de Estética y Teoría de las Artes, di Madrid, e la Catedra d’Arte del comportamento dell’ Havana.

Ha pubblicato collaborazioni in pubblicazioni specializzate e non., ad esempio: RARO, Sub Rosa, Chain, Atlántica, Alphabet City, Julliet, Boundaries 2, Opening, Le Monde Diplomatique, El Europeo, Exit, El Observador, Revista de Occidente, Diario 16 , Elle Decoración.

Ha ricevuto le borse Pablo Ruiz Picasso della Fondazione Picasso nel 1991. Nel 1995 è stato borsista presso l’Accademia Reale di Spagna a Roma, e nel 1999 la borsa d’arte della Fondazione Marcelino Botin.

Ha vinto diversi premi: Iniciarte a la Actividad Artística (Junta de Andalucía, 2008); Francisco de Goya (Villa de Madrid, 2002; El Público (Canal Sur Radiotelevisión, 2001); premio Andalucía di Arti Plastiche, 1992 e il premio El Ojo Critico – Artes Plásticas (Radio Nacional de España) 1992.

Ha lavorato nelle biennale d’arte di: Arte Contemporanea di Johannesburgo (1994), Manifesta 1, a Rotterdam (1996), Lima (2002), Sao Paulo (2002) e Istambul (2003).

 
Elo Vega

 

 

Videoartista. Laureata in Belle Arti per l’Università di Castilla-La Mancha a Cuenca. Suo lavoro vuole esprimere, da una prospettiva critica, assunti sociali e politici, di diversità di genero, ambientali e di analisi culturale attraverso la praxis artistica dalla fotografia, il video o l’arte sulla rete web.

Ha vinto diverse borse di scambio universitario con l´Ecole Regional de Beaux Arts di Nantes (Francia), Faccoltà di Filosofía e Lettere presso la Benemérita Universidad di Puebla (Messico), Faccoltà di Filosofía e Lettere presso UABC, Universidad Autónoma de Baja California, Tijuana (Messico), Università di Belle Arti di Granada, e nel  Programma degli Studi di Genero presso UNAM, Universidad Nacional Autónoma de México.

Ha partecipato in varie mostre individuali e colletive, tra cui:

 

ATOPIA. Arte y ciudad en el siglo XXI, CCCB. Barcelona.

Artestaçäo , Casino Cine Vídeo. Rio Grande do Sul, Brasil.

Gitanos de papel, Sala Cajasol. Jerez de la Frontera.

Miel y Maíz. Galeria Railowsky, bienal de fotografía. MuVIM.

Festival Francés. Le Printemps des Poètes, Nuevo León, México.

Art-Futura, Parque de las Ciencias. Granada.

Tablas, Facultad de Bellas Artes Cuenca.

Geografías del Desorden, Universidad de Valencia, Cabildo de Fuerteventura y Centro de Historia (Zaragoza).

Digital work about home. Gallery of the Liebling Center for film. Hampshire College Amherst. Massachussets. EEUU.

MULTIMEDIEPOESI, Copenhagen´s Internacional Poetry.Festival.

 

Videografia                                                                                                                                                                    

 

Historia de dos ciudades x 2010  (con Rogelio López Cuenca)

Caudal/Capital x 2009

Reservas Líricas x 2008

WALLS x 2008 (con Rogelio López Cuenca e Rafael Marchante)

Welcome to LE x  2006

Cultura y Simulacro x 2004

Del sentido práctico x 2004

Dejar la piel x 2003

www.tripitool.net

 

 

Real Academia de España en Roma.

Piazza San Pietro in Montorio 3.

Inaugurazione Chiostro/Sala Mostre. 26 Febbraio, ore 17.00

Orario (Martedi-Domenica): 10-13/ 16-19

Ufficio Stampa 339 1834504 / 339 1290387           

http://accademiaspagnaroma.wordpress.com


Ciclo L’Arte dell’Ospitalità. Il Dono (I)

INCONTRI-PERFORMANCES.

Un progetto curatoriale di Maria Rosa Sossai e Avelino Sala

BIBLIOTECA ACCADEMIA REALE DI SPAGNA . 19 gennaio 2011 alle ore 19

L’arte dell’ospitalità, in programma nel 2011 all’Accademia Reale di Spagna a Roma, si articolerà in quattro appuntamenti – un incontro, un ciclo di performance, una conferenza, un progetto espositivo – secondo delle forme espressive che diventeranno occasioni per esercitare l’arte dell’ospitalità, scambiare visioni di realtà, stabilire punti di incontro, evidenziare similitudini e distanze, abitare insieme alcuni spazi dell’Accademia normalmente inaccessibili al pubblico esterno – la biblioteca, il tempietto del Bramante, il Salone dei ritratti, il giardino romantico.

Nel suo testo sull’ospitalità, Jacques Derrida considera l’accoglienza un dono offerto senza alcuna controparte o principio di reciprocità, mentre lo status di ospite nella doppia accezione di chi ospita e di chi è ospitato, ricorda il filosofo francese, pone tutti nella condizione di sperimentare l’alterità.

Sebbene la responsabilità verso l’Altro rimanga uno dei temi etici che maggiormente influenzano il pensiero attuale, i suoi principi sono ridotti ad una serie di norme e obblighi politico-strategici, dalle leggi sull’immigrazione a salvaguardia della sicurezza, ai sistemi di controllo delle telecamere di sorveglianza.

PRIMO APPUNTAMENTO: IL DONO

L’incontro sarà condotto da Maria Rosa Sossai, Berta Sichel e Luciana Rebecca Russo le quali, a partire dalle loro specifiche esperienze professionali, offriranno al pubblico e condivideranno con lui la visione e l’analisi di tre video, intesi come esercizi di un’offerta senza controparte, nel loro doppio valore concreto e simbolico di ospitalità. I tre video scelti indicheranno atteggiamenti di accoglienza e percorsi di consapevolezza, nell’idea che l’arte possa contribuire ad una costruttiva relazione con la realtà intorno a noi. L’idea di fondo comune a diversi approcci – psicoterapeutico, critico, artistico – è che solo indagando insieme le qualità estetiche, filosofiche e umane di un’opera, è possibile sperimentare in profondità la dimensione dell’accoglienza.  

I video presentati saranno:

o   Breaker e Lissencephaly, 2009, Helen Dowling, (Maria Rosa Sossai)

o   ¡Quien Eres?, 2009, Nuria Carrasco (Berta Sichel)

o   Restless, 2003, Vlatka Horvat, (Rebecca Luciana Russo)

Secondo lo scrittore Lewis Hyde, la sola sopravvivenza universale del dono nella sua accezione arcaica e originale è oggi nell’opera d’arte che, per essere tale, deve osservare lo spirito originario del dono, ovvero essere il risultato di un’illuminazione che circola liberamente e diventa patrimonio comune, soprattutto nella comunità globale nella quale viviamo.
L’opera d’arte infatti è una delle poche esperienze che permette sia a chi la riceve che a chi la crea, di condividere “un dono ricevuto da qualcosa che è altro-da-sè (astorico), il suo prodotto, ovvero l’opera d’arte, che viene così restituito in dono a quell’altro-da-sè (storico) che è l’umanità nel suo insieme”.

Berta Sichel è direttrice del Dipartimento Audiovisivi del Museo Nazionale Centro d’Arte Reina Sofia – MNCARS –dal marzo 2000. Sichel è un punto di riferimento nella scena artistica internazionale per la sua approfondita conoscenza nel campo del video, del film sperimentale, della fotografia e dei nuovi media. E’ curatrice internazionale di mostre d’arte contemporanea, ricercatrice, critica e storica dell’arte, docente universitaria, collabora con riviste d’arte in Europa e America Latina, è consulente di fondazioni, di istituzioni culturali e collezioni.

Maria Rosa Sossai è critica d’arte e curatrice. Ha fondato l’associazione esterno22 con cui realizza progetti che mettono l’artista al centro del processo formativo. Tiene regolarmente conferenze e seminari in istituzioni pubbliche e private. Nel 2009 ha cocurato la mostra internazionale Sounds & Visions Artists’ Films and Videos from Europe The Last Decade al Tel Aviv Museum. Per la Silvana Editoriale, ha pubblicato i libri ‘Artevideo, storie e culture del video d’artista in Italia’, (2002) e ‘Film d’artista, percorsi e confronti tra arte e cinema’ (2008).

Luciana Rebecca Russo è psicoterapeuta, appassionata d’arte contemporanea e collezionista. Ha elaborato il metodo Videoinsight®, che consiste in un mutuo scambio tra psicologia e arte, i cui risultati sono: una collezione di opere fotografiche e video d’artista con elevata potenzialità clinica; la sperimentazione della loro visione in psicodiagnosi e in psicoterapia; la creazione di un luogo a Torino dove il pubblico interagisce con l’opera d’arte durante una fruizione condivisa e creativa. Ha pubblicato il testo Videoinsight®, Curare con l’arte contemporanea, Silvana Editoriale 2010.

Real Academia de España en Roma.

Piazza San Pietro in Montorio 3.

Ufficio Stampa 339 1834504

                          339 1290387

http://accademiaspagnaroma.wordpress.com


Video presentazione borsisti dell’Accademia di Spagna 2010-2011

Video di presentazione dei proietti dei borsisti dell’Accademia di Spagna 2010/2011. A cura di Andrea Jaurrieta


Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 217 follower